Home » Festa della Mammola

Festa della Mammola

A partire dal 5 maggio a scuola saranno disponibili 600 piantine aromatiche in vaso, messe a disposizione dall'azienda "Gli Aromi" di Russino di Scicli.

Gli alunni, allorario di uscita, vi guideranno nella scelta della vostra piantina e le offerte saranno destinate alla Scuola dell'Infanzia Mammola che  la Fondazione Francesco Ventorino ha preso in gestione da settembre.

Cara Amica, caro Amico, a partire dal 5 maggio p.v. scegli la Tua pianta per la festa della Mamma, sosterrai con la tua offerta la Scuola dell'Infanzia "Mammola" che la Fondazione Francesco Ventorino ha preso in gestione da quest'anno.

La scuola “Mammola” si trova in uno dei quartieri con maggiori criticità dell’intera città, dove non ci sono spazi per giocare, né parchi pubblici, dove le strutture sportive sono inesistenti, non c’è un cinema o un teatro, non ci sono attività extrascolastiche e dove la conseguenza è la segregazione in casa o in strada, con il rischio di essere più vulnerabili a fenomeni di devianza. 

La Fondazione Francesco Ventorino è stata l’unica realtà a rispondere all’avviso del Comune di Catania: già dal mese di Settembre 2021 stiamo pertanto gestendo il plesso e lo faremo per i prossimi 4 anni, mantenendo il servizio gratuito per le famiglie. 

Puoi fare la tua offerta e ritirare le piante nei seguenti giorni e orari presso il cortile del nostro istituto (ingresso da Via dei Salesiani, 2):

  • Giovedì 5 Maggio, dalle ore 13.30 alle ore 16.30
  • Venerdì 6 Maggio, dalle ore 13.30 alle ore 16.30

  • Sabato 7 Maggio, dalle ore 11.00 alle ore 12.30

Facciamo gli auguri a tutte le nostre Mamme scegliendo tra Salvia Purpurea, Elicriso Italico, Timo Limone, Geranio Citronella, Rosmarino Prostrato, Lavanda Comune e Timo Satra. 

Qui di seguito altre informazioni e note tecniche sulle piante presenti!

Per prenotazioni: Cellulare: (+39) 392 184 7834

Salvia purpurea

 

La salvia purpurea si chiama così perché ha le foglie color porpora e nei giardini viene utilizzata per spezzare il monocolore verde delle altre piante. 

Ha una fioritura di colore lilla. Predilige il pieno sole e non necessita di molta acqua. 

Si può utilizzare in cucina ed il suo odore è molto simile alla salvia comune.

Il nome salvia significa “salvare, star bene” perché nell’antichità si pensava che potesse guarire tutte le malattie.

 

Elicriso italico

E’ caratteristico per il colore grigio del fogliame e per le infiorescenze ad ombrella di colore giallo lucente, infatti il suo nome viene dal greco e vuol dire “sole d’oro” (helios = sole; chrisos = oro).

E' una specie endemica in Sardegna, infatti passeggiando tra le compagne sarde, si sente un profumo di curry o di fieno greco tagliato fresco. 

Pianta molto resistente alla siccità, dovuto proprio al fatto che ha foglie piccole e strette, pertanto traspirano poco.

E' una pianta medicamentosa, e con i fiori e le foglie si preparano degli olioliti o si estraggono oli essenziali. In cucina è poco utilizzata. I fiori secchi durano a lungo e si possono usare per composizioni e decorazioni. Predilige pieno sole e non vuole eccessi d'acqua.

 

Timo limone

 

Le sue foglie profumano di limone e si utilizzano per aromatizzare piatti a base di pesce. 

Molto resistente alle alte temperature, il timo al limone viene ricercato anche per decorare i giardini ma può essere anche coltivata in vaso, su terrazze e balconi. La cosa importante è che lo si esponga al sole e che non si ecceda con l'acqua.

E’ opportuno potarlo nel periodo invernale in modo tale da avere una nuova crescita più rigogliosa in primavera.

Il timo è molto ricercato dalle api che ne ricavano un ottimo miele. Nel passato il timo veniva utilizzato anche come disinfettante.

 

Geranio citronella

 

I gerani odorosi hanno le foglie con odori molto intensi che allontanano gli animali che vorrebbero mangiarli: le foglie di questa varietà hanno l’odore della citronella.

Le foglie non sono adatte all'utilizzo in cucina e si utilizzano solo per decorare i giardini o per estrarre oli essenziali.

Deve essere esposto al sole e non si deve eccedere con l'acqua.

Il nome scientifico del geranio è Pelargonium che in greco vuol dure “cicogna”: questo perché i suoi frutti ricordano la testa ed il becco di una cicogna.

Esposizione al sole e non eccedere con l'acqua.

 

Rosmarino prostrato

 

Questa pianta cresce strisciando al suolo ed è quindi adatta per coprire le scarpate poiché trattiene il terreno ed impedisce che venga dilavato dalla pioggia. Fiorisce precocemente e si riempie di fiori lilla da marzo ad ottobre.

Deve essere esposto al sole e occorre stare attenti agli eccessi d'acqua.

Rispetto al rosmarino normale ha un profumo meno intenso.

Il nome “rosmarino” viene dal latino e vuol dire “rugiada (ros) di mare (maris)”, forse per il colore azzurro chiaro dei fiori che ricordano il mare. I romani lo utilizzavano per aromatizzare il vino.

 

Lavanda comune

 

La lavanda è adatta a giardini mediterranei e rocciosi. Resistente sia alle alte che alle basse temperature, i fiori color lilla compaiono in estate. E’ adatta per creare siepi che possono arrivare anche al metro e venti di altezza.

Il suo nome deriva dalla parola latina “lavare”: sia i greci che i romani utilizzavano i fiori secchi di lavanda per profumare l’acqua dei bagni delle abitazioni e delle terme. I sacchettini con i fiori secchi posti tra la biancheria, oltre a profumarla, tengono lontane le tarme.

 

 

 

Timo satra

 

Il Timo selvatico “satra” è una delle piante più caratteristiche della macchia mediterranea: in Sicilia cresce soprattutto sui monti Iblei. I fiori sono di colore rosa purpureo, compaiono in estate ed attraggono le api che producono un ottimo miele. Virgilio scriveva del miele di Satra come panacea per tutti i mali. 

E’ una pianta molto rustica che cresce sia vicino al mare e sia in zone montuose, dove le temperature scendono sotto lo zero. Ama l’esposizione al sole e non si deve eccedere con le irrigazioni.

Le foglie secche possono essere utilizzate come condimento per carni, patate lesse, verdure ecc.